• Chirurgia rifrattiva

    Durante gli ultimi 20 anni come alternativa ad occhiali o lenti a contatto, la chirurgia rifrattiva ha raggiunto un alto livello grazie alla tecnologia al laser.

    Indicazioni alla chirurgia rifrattiva:
    importanti differenze rifrattive tra l’occhio destro e sinistro, problemi rifrattivi, che non possono essere corretti tramite occhiali o lenti a contatto, correzione chirurgica dopo infortuni, attività specifiche di lavoro o nel tempo libero (sport).

    Tecniche frequenti della chirurgia rifrattiva:
    • Chirurgia laser mediante Excimer – Laser
    • Impianto di lenti artificiali senza o con asportazione del cristallino naturale
    • Impianti intra-corneale
  • Possibilità e limiti della chirurgia rifrattiva:

    Nel caso di miopie fino alle 8 diottrie, l’Excimer – Laser è una buona possibilità per ottenere una soddisfacente correzione.

    Nel caso di miopie oltre alle 8 diottrie, l’Excimer – Laser spesso non porta più alla possibilità di una correzione completa, può essere ugualmente applicata in casi particolari.

    Per la correzione chirurgica della miopia, superiore alle 8 diottrie, vi sono a disposizione delle lenti intraoculari.
  • Nella correzione dell’ipermetropia fino alle 4 diottrie l’Excimer – Laser
    porta a buoni risultati. Oggigiorno é fattibile una correzione fino al massimo di 6 diottrie.

    L’astigmatismo spesso si può correggere con buoni risultati tramite l’Excimer - Laser. Sono a disposizione anche delle lenti intraoculari.

    Le tecniche chirurgiche per la correzione della presbiopia portano solo una parte dei pazienti alla soddisfazione desiderata. Si utilizzano varie tecniche chirurgiche. L’Excimer - Laser e le lenti intaoculari sono le tecniche più utilizzate.


  • La chirurgia rifrattiva riesce ad offrire metodi chirurgici per la correzione dei difetti visivi ma non porta alla guarigione di malattie e neppure ad una riduzione dei rischi relativi a problemi generali collegati a difetti visivi di base.
    Cambiamenti rifrattivi possono sopraggiungere pure dopo la correzione chirurgica come pure indurre, per necessità, a correzioni supplementari tramite la chirurgia oppure tramite mezzi tradizionali.

    Con la presbiopia dopo i 40 anni generalmente l’occhio perde la possibilità di adattarsi alla vicinanza ed alla lontananza di modo che una correzione supplementare rimane indispensabile. Un paziente dopo una correzione rifrattiva chirurgica deve accettare che non esiste nessuna garanzia per l’abolizione dei mezzi tradizionali di correzione per tutta la vita.

  • Riflessioni importanti

    L’età ideale per un trattamento laser può avvenire dopo l'adolescenza, in condizioni stabili della rifrazione recente.

    La consapevolezza che i risultati della chirurgia rifrattiva hanno una variabilità statistica a causa della biologia individuale di ogni persona. I risultati che si possono ottenere tramite l’intervento sono meno precisi a confronto dei mezzi tradizionali. Anche se la correzione non è completa, spesso la vista senza correzione è soddisfacente per il paziente.

    La consapevolezza che, dopo una correzione rifrattiva, dei cambiamenti potranno essere possibili con l’eventualità di effettuare poi ulteriori interventi oppure optando per correzioni tramite mezzi tradizionali.
  • La consapevolezza che dopo i 40 anni d’età subentra la presbiopia con una variabile correzione per la vicinanza e per la lontananza, un’ulteriore correzione con la chirurgia per tanti pazienti non porterà ancora alla soddisfazione desiderata. Attualmente il paziente oltre 40 anni deve spesso accettare, per certe attività, un’ulteriore correzione mediante mezzi tradizionale.

    Buone condizioni biologiche degli occhi per effettuare un eventuale intervento, particolarmente la condizione corneale (spessore misurato con la pachimetria e la curvatura misurata con la topografia).   
  • Informazioni tecniche Excimer-Laser

    Si lavora con le più avanzate tecnologie tra cui il più recente laser “Schwind-Amaris” includendo la possibilità di ottimizzare i risultati con le misurazioni “wavefront” e “Scheimpflug-camera”.

    schwind-amaris.de »

Clinica Oculistica Lugano SA
Central Park
Riva Antonio Caccia 1b
CH-6900 Lugano
T 0041 (0) 91 985 70 50

pagina .  . continua »